La concorrenza online diventa sempre più spietata e qualunque sito, a prescindere dalla propria offerta e dalla propria categoria merceologica, si trova necessariamente a dover far fronte a questa realtà.

Stando al report e-commerce di Casaleggio e Associati, del resto, lo scorso anno le imprese che operano nel commercio online sono cresciute del 20% rispetto al 2018. Specularmente crescono anche i consumatori online, portando ad un notevole aumento del fatturato online, che mantiene un trend di crescita costante di anno in anno.

In questo clima sempre più competitivo, quindi, è necessario per ogni e-commerce attuare una serie di strategie che gli permettano di mantenere e accrescere la propria quota di mercato, già a partire dal proprio sito, che deve essere il punto di riferimento per la clientela.

La prima condizione da soddisfare è indubbiamente la garanzia di una presenza visibile sui motori di ricerca, che sono in genere il punto di partenza del percorso di acquisto degli utenti. Tuttavia, una volta attirato il potenziale cliente all’interno del proprio sito è necessario fare in modo che vi resti, garantendogli un’esperienza il più fluida e soddisfacente possibile. A questo scopo, la pagina di prodotto è cruciale.

La pagina di prodotto è infatti il luogo in cui il potenziale cliente può trovare e vedere in dettaglio l’oggetto che stava cercando.  Proprio per questo con i giusti accorgimenti ricopre un ruolo chiave per trasformare il visitatore del sito in acquirente e quindi anche per aumentare il tasso di conversione del tuo e-commerce.

Per creare la pagina di prodotto perfetta occorre pensarla come una vera e propria landing page: un utente che atterra sulla pagina, e che magari ancora non conosce un determinato e-commerce, deve trovare disponibili tutte le informazioni a lui necessarie e percepire chiaramente tutti i benefici del prodotto che viene offerto.

 

La pagina di prodotto: come renderla efficace?

 

Per rispondere a questa domanda abbiamo deciso di raccogliere gli elementi fondamentali di cui bisogna tenere conto nel creare una buona pagina di prodotto, quegli elementi che, ben inseriti all’interno delle pagine prodotti di uno shop online, possano permettere di garantirsi un notevole vantaggio rispetto alla concorrenza, raccogliendo gli esempi migliori a cui ispirarsi.

Abbiamo trovato otto elementi che tutti gli shop online dovrebbero valutare di integrare in modo coerente nelle proprie pagine di prodotto:

1. Descrizione del prodotto

Il primo elemento in assoluto da curare con estrema attenzione è la descrizione del prodotto che si sta vendendo. Gli acquirenti devono avere una chiara idea di tutti gli elementi che lo caratterizzano per essere certi che sia quello di cui hanno bisogno, ad esempio le dimensioni, la composizione, i materiali, il modo d’utilizzo corretto. Qualunque dubbio possa restare al cliente è una possibilità di abbandono dell’acquisto e deve quindi essere prevenuto. Inoltre, occorre tenere sempre ben presente l’importanza dei contenuti a livello SEO: è sempre meglio scrivere descrizioni uniche ed originali per ciascun articolo, perché i motori di ricerca penalizzano fortemente i contenuti copiati e duplicati. Allo stesso modo, è importante adeguare il linguaggio utilizzato nelle descrizioni al proprio target di riferimento: le informazioni non devono solo essere ricche, devono anche essere facilmente fruibili per poter garantire una comunicazione efficace

2. Immagini

Le immagini del prodotto all’interno di un sito e-commerce sostituiscono la possibilità di vedere quello stesso oggetto dal vivo in un negozio fisico. È quindi necessario che siano le più accurate e realistiche possibili, di alta qualità, in modo da restituire un’idea precisa di cosa il potenziale cliente riceverà una volta acquistato il prodotto. È importante proporre immagini del prodotto da ogni angolazione, con la giusta illuminazione, per avere la certezza di rendere al meglio tutti i dettagli ed il colore dell’articolo. Si può anche pensare di  creare una piccola gallery per ciascun prodotto, meglio ancora se con la possibilità di ingrandire le singole immagini. Non bisogna poi sottovalutare i dettagli: le immagini devono essere veloci in fase di caricamento del sito ed essere ottimizzate per la SEO con delle opportune keyword, non sono importanti solo per i clienti finali, ma anche per i motori di ricerca!

 

3. Recensioni di prodotto

Come abbiamo già spiegato nel nostro precedente post, è fondamentale mostrare le recensioni di prodotto all’interno delle varie schede prodotto, perché forniscono tutte quelle informazioni aggiuntive di cui il potenziale cliente ha bisogno per essere rassicurato e per convincersi che quello che sta osservando è esattamente l’oggetto di cui ha necessità. Per far sì che il visitatore non abbandoni la pagina di un e-commerce per cercare informazioni altrove, è fondamentale inserire le recensioni di prodotto raccolte in modo che siano subito disponibili per il potenziale cliente. Inoltre, le recensioni sui prodotti portano grandi vantaggi in termini di SEO: sono contenuti nuovi, originali e generati dagli utenti, che migliorano il posizionamento della scheda prodotto all’interno dei risultati di ricerca organici e permettono di arricchire gli stessi risultati con i rich snippets.

 

 

4. Recensioni di prodotto personalizzate

In alcuni casi, dettagli aggiuntivi sui prodotti, forniti da chi li ha provati materialmente, costituiscono la spinta ulteriore o necessaria per fugare tutti i dubbi del potenziale acquirente. È sufficiente chiedere ai propri clienti di recensire i prodotti in base a dei parametri stabiliti, che vadano a indagare quelli che sono i quesiti più frequenti degli acquirenti potenziali, in modo da avere delle informazioni mirate e difficili da reperire in altro modo. Chi desidera acquistare un capo di abbigliamento, ad esempio, può essere interessato ad avere informazioni sulla sua vestibilità che non sempre sono disponibili nelle schede tecniche.

 

 

5. Q&A

Ai clienti piace la possibilità di confrontarsi con il venditore prima di effettuare un acquisto, sono rassicurati dall’opportunità di risolvere ogni dubbio prima di comprare e non è infrequente che qualche incertezza resti anche dopo aver letto descrizione e recensioni sull’articolo che stanno valutando. Consentire ai clienti potenziali di porre delle domande è un modo per creare un rapporto di fiducia diretto già prima dell’acquisto e nello stesso tempo le domande e le risposte pubblicate vanno ad agevolare il lavoro del customer care, perché spesso i dubbi degli acquirenti sono molto simili. Inoltre, anche le domande e le risposte sono contenuti generati dagli utenti, e per questo contribuiscono fortemente al posizionamento della pagina prodotto sui motori di ricerca. Noi ne abbiamo parlato con DUZZLE e abbiamo scoperto che l’utilizzo del modulo Q&A di Feedaty gli ha permesso di costruire un rapporto con la sua clientela già prima dell’acquisto, di aumentare le vendite e di agevolare il lavoro del proprio customer care, portando vantaggi molteplici e differenziati in diversi ambiti con l’utilizzo di un solo strumento

6. Carosello upselling

A volte il potenziale acquirente, una volta osservato il prodotto attraverso immagini, descrizioni e opinioni di chi già lo utilizza, capisce che quel determinato oggetto non soddisfa le sue esigenze. Questo però non significa doversi rassegnare a perdere un cliente, non prima di avergli proposto un’adeguata alternativa! L’inserimento sapiente di un sistema di suggestion all’interno delle schede prodotto sul proprio sito, dove far comparire prodotti simili, oppure venduti spesso insieme a quello che l’utente stava osservando, permette di catturare l’attenzione del potenziale cliente su un altro prodotto che può fare al caso suo. È quello che fa FREDDY all’interno di tutte le sue schede prodotto: propone un carosello che mostra altri prodotti della sua gamma, valorizzati dalle valutazioni date dagli stessi clienti che li hanno acquistati

7. Recensioni del venditore fruibili anche nelle pagine di prodotto

Oltre alle rassicurazioni sul prodotto di cui abbiamo parlato finora, è importante dare al potenziale cliente anche una forte rassicurazione sul venditore. Occorre dirgli in maniera discreta, ma con un messaggio facilmente recepibile, che su quel sito e-commerce può sentirsi tranquillo e spendere senza timore i propri soldi. Le recensioni sul venditore sono d’aiuto in questo: mostrate attraverso il widget anche all’interno delle pagine di prodotto, costituiscono un ulteriore elemento per aumentare il tasso di conversione del sito stesso, perché aiutano a capire che non si è trovato solo il prodotto giusto, ma anche il posto giusto in cui acquistarlo.

 

 

8. Recensioni del venditore nel carrello

Non bisogna dimenticare che si può perdere un cliente anche quando è in procinto di concludere l’acquisto. L’abbandono del carrello è, infatti, un rischio che tutti gli e-commerce vogliono ridurre quanto più possibile. Anche in questo caso le recensioni possono dare una mano. Nella pagina di uscita, quindi, è opportuno ribadire grazie alle recensioni sul venditore che ci si trova in presenza di un sito affidabile, già utilizzato con successo e soddisfazione da altri acquirenti. È anche utile consentire di tornare facilmente alle pagine dei prodotti scelti, in modo che si possano ricontrollare velocemente eventuali dettagli e prendere con consapevolezza una decisione di acquisto definitiva.

 

 

 

La pagina di prodotto perfetta è, in definitiva, una pagina in cui, anche in presenza di un singolo prodotto, si riesce a dare ai clienti potenziali dei motivi per cui acquistare su un determinato sito. Una pagina dettagliata, capace di prevenire le domande più frequenti e in cui il negozio si metta a disposizione del suo acquirente potenziale è specchio di un venditore trasparente e affidabile, che vuole guidare il cliente ad un acquisto consapevole e che è capace di essere presente nei modi opportuni e che rappresenta, quindi, una scelta sicura.

Ottieni migliori risultati di business con Feedaty
Share